Forum Infettivologico
Vertigini
Alliance Cicatrici
Alliance Dermatite

Vaccino terapeutico a DNA con Pembrolizumab più GX-188E nelle pazienti con tumore della cervice avanzato HPV-16-positivo o HPV-18-positivo


Gli esiti di sopravvivenza per le pazienti con tumore della cervice ricorrente o avanzato sono sfavorevoli.
Pembrolizumab ( Keytruda ) è stato approvato per il trattamento del tumore della cervice ricorrente o metastatico, con un tasso di risposta complessivo del 14.3%. È stato dimostrato che la vaccinazione GX-188E induce le risposte dei linfociti T al papillomavirus umano ( HPV ) E6-specifiche ed E7-specifiche e la regressione della lesione della cervice nelle pazienti con lesioni pre-cancerose della cervice.

Si è determinato se una combinazione di vaccino terapeutico a DNA GX-188E più Pembrolizumab abbia attività antitumorale contro il cancro alla cervice ricorrente o avanzato.

In uno studio in aperto, a braccio singolo, di fase 2, le pazienti con tumore della cervice ricorrente o avanzato, non-operabile, di età pari o superiore a 18 anni con ECOG performance status pari a 0 o 1 e tumore della cervice positivo a HPV ( HPV-16+ o HPV-18+ ) ricorrente o avanzato, confermato istologicamente e progredito dopo la terapia standard di cura disponibile, sono state reclutate da 7 ospedali della Corea del Sud.

Le pazienti hanno ricevuto 2 mg di GX-188E per via intramuscolare alle settimane 1, 2, 4, 7, 13 e 19, con una dose opzionale alla settimana 46 a discrezione dello sperimentatore e Pembrolizumab per via endovenosa 200 mg ogni 3 settimane per un massimo di 2 anni o fino a progressione della malattia.

L'endpoint primario era il tasso di risposta globale entro 24 settimane valutato dallo sperimentatore utilizzando i criteri RECIST versione 1.1 nelle pazienti che hanno ricevuto almeno 45 giorni di trattamento con almeno una valutazione del tumore post-basale.

Sono stati riportati i risultati di una analisi intermedia pianificata.

Tra giugno 2018 e marzo 2020, 36 pazienti sono state arruolate e hanno ricevuto almeno una dose del trattamento in studio.
26 pazienti erano valutabili per l'attività ad interim, con almeno una valutazione post-basale del tumore alla settimana 10.
Alla data di cutoff dei dati nel 2020, la durata mediana del follow-up era di 6.2 mesi.

A 24 settimane, 11 pazienti su 26 ( 42% ) hanno raggiunto una risposta globale; 4 ( 15% ) hanno presentato una risposta completa e 7 ( 27% ) una risposta parziale.

16 pazienti su 36 ( 44% ) hanno manifestato eventi avversi correlati al trattamento di qualsiasi grado, con eventi avversi correlati al trattamento di grado 3-4 per 4 ( 11% ) pazienti.

Sono stati riportati aumento dell'aspartato aminotransferasi [ AST ] di grado 3, sincope, versamento pericardico e iperpotassiemia, e aumento dell'alanina aminotransferasi [ ALT ] di grado 4 in una paziente ciascuno.
Non sono stati segnalati decessi correlati al trattamento.

Il trattamento con il vaccino terapeutico GX-188E più Pembrolizumab per le pazienti con tumore alla cervice ricorrente o avanzato è risultato sicuro e gli eventi avversi correlati al trattamento erano gestibili.
Questa terapia di combinazione ha mostrato attività antitumorale preliminare in questa analisi ad interim, e potrebbe rappresentare una nuova potenziale opzione di trattamento per questa popolazione di pazienti. ( Xagena2020 )

Youn JW et al, Lancet Oncology 2020; 21: 1653-1660

Onco2020 Gyne2020 Med2020 Farma2020


Indietro