Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Reumabase.it

Terapia con cellule CAR-T bb2121 anti-BCMA nel mieloma multiplo recidivante o refrattario


Gli studi preclinici suggeriscono che bb2121, una terapia con cellule T che esprimono il recettore dell'antigene chimerico ( CAR ) mirato all'antigene di maturazione delle cellule B ( BCMA ), abbia un potenziale per il trattamento del mieloma multiplo.

In uno studio di fase 1 che ha coinvolto pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario, sono state somministrate cellule bb2121 come singola infusione a dosi di 50 x 106, 150 x 106, 450 x 106 o 800 x 106 cellule T CAR+ nella fase di aumento della dose e 150 x 106 fino a 450 x 106 cellule T CAR+ nella fase di espansione.

I pazienti avevano ricevuto almeno tre precedenti linee di terapia, incluso un inibitore del proteasoma e un agente immunomodulatore, o erano refrattari a entrambe le classi di farmaci.

L'endpoint primario era la sicurezza.

Sono stati riportati i risultati dei primi 33 pazienti che hanno ricevuto una infusione di bb2121.
La data di cutoff era 6.2 mesi dopo l'ultima data di infusione.

Gli effetti tossici ematologici erano gli eventi più comuni di grado 3 o superiore, tra cui neutropenia ( 85% dei pazienti ), leucopenia ( 58% ), anemia ( 45% ) e trombocitopenia ( 45% ).
In totale 25 pazienti ( 76% ) hanno manifestato la sindrome da rilascio di citochine, che era di grado 1 o 2 in 23 pazienti ( 70% ) e di grado 3 in 2 pazienti ( 6% ).

Effetti tossici neurologici si sono verificati in 14 pazienti ( 42% ) ed erano di grado 1 o 2 in 13 pazienti ( 39% ).
Un paziente ( 3% ) ha presentato un effetto tossico neurologico reversibile di grado 4.

Il tasso di risposta obiettiva è stato dell'85%, comprendendo 15 pazienti ( 45% ) con risposte complete.

Sei dei 15 pazienti che hanno avuto una risposta completa hanno avuto una recidiva.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 11.8 mesi. Tutti e 16 i pazienti che hanno avuto una risposta ( risposta parziale o migliore ) e che potevano essere valutati per la malattia residua minima ( MRD ) avevano uno stato negativo a MRD ( 10-4 cellule nucleate o meno ).

L'espansione delle cellule CAR-T è stata associata a risposte e le cellule CAR-T sono state persistenti fino a 1 anno dopo l'infusione.

È stato così definito il profilo iniziale di tossicità di una immunoterapia cellulare diretta contro BCMA nei pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario.
L'attività antitumorale è stata documentata. ( Xagena2019 )

Raje N et al, N Engl J Med 2019; 380: 1726-1737

Med2019 Emo2019 Onco2019



Indietro