Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Neurobase.it

La terapia CAR-T anti-BCMA causa remissione del mieloma multiplo recidivato con prognosi sfavorevole


Sono necessarie terapie con nuovi meccanismi di azione per il mieloma multiplo. Le cellule T possono essere geneticamente modificate per esprimere recettori chimerici dell'antigene ( CAR ), che sono proteine ​​artificiali che indirizzano le cellule T agli antigeni.
L'antigene di maturazione delle cellule B ( BCMA ) è espresso da plasmacellule normali e maligne ma non da cellule normali essenziali.

È stata condotta la prima sperimentazione clinica nell'uomo di cellule T che esprimono CAR diretto verso BCMA ( CAR-BCMA ).

16 pazienti hanno ricevuto 9 x 106 cellule T CAR-BCMA/kg al più alto livello di dosaggio dello studio.
I pazienti avevano una mediana di 9.5 linee precedenti di terapia per mieloma multiplo.
Il 63% dei pazienti presentava mieloma multiplo refrattario all'ultimo regime di trattamento prima dell'arruolamento nel protocollo.
Le cellule T sono state trasdotte con un vettore gamma-retrovirale codificante CAR-BCMA.
I pazienti hanno ricevuto cellule T CAR-BCMA dopo un regime di chemioterapia di condizionamento a base di Ciclofosfamide e Fludarabina.

Il tasso di risposta globale è stato dell'81%, con una risposta parziale molto buona del 63% o una risposta completa.

La sopravvivenza mediana libera da eventi è stata di 31 settimane.

Le risposte includevano l'eradicazione del mieloma esteso del midollo osseo, e la risoluzione dei plasmocitomi dei tessuti molli.

Tutti e 11 i pazienti che hanno ottenuto una risposta anti-mieloma multiplo parziale o migliore e avevano il mieloma valutabile per la malattia minima residua, hanno ottenuto uno stato negativo di malattia minima residua del midollo osseo.
Livelli elevati di picco di cellule CAR+ nel sangue sono stati associati a risposte anti-mieloma multiplo

In alcuni casi le tossicità da sindrome da rilascio delle citochine sono state gravi, ma reversibili.

Le cellule T CAR-BCMA ematiche erano prevalentemente cellule T CD8+ altamente differenziate da 6 a 9 giorni dopo l'infusione.

È stata osservata la perdita di antigene BCMA del mieloma multiplo.

In conclusione, le cellule T CAR-BCMA hanno presentato attività nei confronti del mieloma multiplo recidivante / refrattario pesantemente trattato.
I risultati dovrebbero incoraggiare lo sviluppo aggiuntivo di terapie con cellule T CAR per mieloma multiplo. ( Xagena2018 )

Brudno JN et al, J Clin Oncol 2018; 36: 2267-2280

Onco2018 Emo2018 Med2018



Indietro