XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Xagena Salute

Immunoterapia dei tumori solidi recidivanti e refrattari con linfociti T citotossici specifici per l’antigene multi-tumorale associato espanso ex vivo


Le cellule T citotossiche dirette contro l’antigene associato al tumore ( TAA-T ) rappresentano un nuovo approccio terapeutico potenzialmente efficace e non-tossico per i pazienti con tumori solidi recidivanti o refrattari.

In questo primo studio sull'uomo, è stata studiata la sicurezza della somministrazione di TAA-T dirette contro WT1 ( gene 1 del tumore di Wilms ), PRAME ( antigene preferenzialmente espresso nel melanoma ) e la survivina nei pazienti con tumori solidi recidivanti / refrattari.

I prodotti TAA-T sono stati generati da sangue periferico autologo e infusi a tre livelli di dose: 1, 2 e 4 x 107 cellule/m2.
I pazienti erano eleggibili per un massimo di 8 infusioni somministrate a distanza di 4-7 settimane.

È stata valutata la tossicità dose-limitante durante i primi 45 giorni dopo l'infusione. La risposta alla malattia è stata determinata nel contesto di uno studio di fase I.

Non ci sono state tossicità dose-limitanti.

Su 15 pazienti valutabili, 11 ( 73% ) con malattia stabile o migliorata al giorno 45 post-infusione sono stati definiti come responder.
6 responder sono rimasti senza progressione a una mediana di 13.9 mesi dopo somministrazione iniziale di TAA-T.

I pazienti che sono stati trattati ai massimi livelli di dose hanno mostrato i migliori risultati clinici, con una sopravvivenza libera da progressione( PFS ) a 6 mesi del 73% dopo infusione di TAA-T rispetto a una sopravvivenza libera da progressione a 6 mesi del 38% con la terapia precedente.

La diffusione dell'antigene e la riduzione degli antigeni circolanti associati al tumore mediante reazione a catena della polimerasi sono state osservate nei pazienti dopo infusione di TAA-T.

TAA-T ha indotto in modo sicuro la stabilizzazione della malattia, ha prolungato il tempo alla progressione ed è stato associato con la diffusione dell'antigene e una riduzione dei livelli circolanti di DNA dell'antigene associato al tumore in pazienti con tumori solidi recidivanti / refrattari senza chemioterapia con deplezione linfocitaria prima dell'infusione.
TAA-T è un nuovo promettente approccio terapeutico per i pazienti con tumori solidi. ( Xagena2019 )

Hont AB et al, J Clin Oncol 2019; 37: 2349-2359

Onco2019



Indietro